Dalla parrucchiera… Una volta ogni sei mesi

Donne, riuscite a contare le volte che avete cambiato negozio di parrucchiere nella vostra vita? Io no. So solo che a volte ho avuto delle vere folgorazioni pensando di aver trovato quella della mia vita, ma poi ho cambiato casa, e altre volte ho preso delle cantonate pazzesche essendo stata malamente tosata.

FB_IMG_1426956386824

Probabilmente, nel 1997 ho perso l’affetto del mio ragazzo di allora dopo essermi affidata alla forbice di un novellino entusiasta con il risultato di trasformare la mia chioma riccia e lunga in un taglio corto e liscio.

A quarant’anni suonati e cantati so perfettamente come devono stare i miei capelli: sempre nello stesso modo da vent’anni.

FB_IMG_1426956229831

Il fatto è che sono dalla parrucchiera proprio in questo momento e siamo circa un centinaio ad avere appuntamento tutte alla stessa ora… Sai quando entri, ma non sai quando esci. Nel frattempo leggi, chiacchieri, leggi, giochi con lo smartphone, ti abbiocchi un po’, guardi speranzosa le postazioni occupate.

Ma soprattutto fantastichi, immagini una te stessa mora, bionda, rossa, dal taglio chic che a seconda delle occasioni sarà magicamente lungo liscio fluente riccio selvaggio elegante corto ordinato e, fondamentalmente, immobile e immoto e impeccabile a qualsiasi ora. Certo, come no.

FB_IMG_1426956214805

So che non è sempre così, so che i capelli si ingrigiscono fino a diventare bianchi, so che li perdiamo, che ne perdiamo troppi, a volte per sempre, anche se gli uomini pensano di essere gli unici detentori di coraggiose pelate e nessuno più di noi può comprendere il mitico Sansone.

La percezione che hanno gli altri della nostra persona può viziare la visione che abbiamo di noi stesse, come quando la mia insegnante di matematica al liceo mi accoglieva con un “Semitaio, ma non ti pettini?”, mentre quella di latino e greco vedeva i miei capelli come vibrisse che sondavano il mondo attorno a me: interpretazione affascinante; in realtà non mi pettinavo con il pettine e basta.

Ma avevo quindici anni.

Adesso che ne ho quaranta e sto aspettando già da un’ora e mezza il mio turno di tosatura, direi che è arrivato il momento di leggermi quel fantastico articolo su Rocco Siffredi all’Isola e smetterla di fare la cliente snob con lo smartphone sempre in mano. 😉

20150321_183208

Annunci

Informazioni su Aleksandra Semitaio

Scienze, tecnologia, alimentazione, content marketing e social media sono le mie passioni. Suggestioni e progetti il mio motto. La cultura digitale non è tutto, ma la punteggiatura corretta è fondamentale. Se volete davvero commuovermi mostratemi un'astronave sullo sfondo degli anelli di Saturno o una burrata fresca di caseificio; non necessariamente in quest'ordine. Vedi tutti gli articoli di Aleksandra Semitaio

2 responses to “Dalla parrucchiera… Una volta ogni sei mesi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Al Bar Etna

Il Bar era, è, e auspico resti, quel luogo per riunirsi, stare insieme o soli, scambiare o ascoltare racconti, fatti, idee, informazioni, mentre si sorseggia un caffé o un drink

la Ciarla

a cura di Giovanni Pistolato

ilpagliarino

Che la luce sia con te ...il portfolio fotografico di Luca Pagliarino

IL BLOG DELLA GHIANDAIA IMITATRICE

Peeta: Tu mi ami, vero o falso? Katniss: Vero!!!

pe®izoma

Bisogna farsi Dio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: