Archivi tag: #chiacchiere

Millemila interviste

Di tutto quello di nuovo che ho iniziato a fare in questi ultimi tre mesi, fare interviste mi mette in ansia e mi emoziona sempre tantissimo. Una delle esperienze più belle e soddisfacenti.

image


Fiducia

Nel mentre mi preoccupo di essere comunque produttiva sia nel lavoro che mi permette di portare a casa pagnotte, balocchi e profumi, sia qui sul blog, cercando di produrre contenuti accattivanti e di sostanza, mi rendo conto che sono ancora agli inizi e che conquistarvi sarà impegnativo.
Tutti siamo consapevoli che, nella quotidianità, ognuno di noi deve impegnarsi costantemente per conquistarsi la fiducia di coloro con cui interagisce per dovere o per piacere; ognuno di noi a modo suo e stabilendo confini più o meno accentuati, espone se stesso, pregi e difetti, convinzioni e umori. Farlo attraverso un blog o un social network è molto facile se si affrontano argomenti leggeri, di puro intrattenimento, più difficile quando ci si propone di andare in profondità.

Non so in anticipo quale sarà la ricetta giusta per questo blog, ma ammetto che mi sto giocando molto in termini di “operazione a cuore aperto” perché ho in mente davvero tante cose da raccontarvi, mano a mano che mi vengono in mente le appunto e una alla volta le affronto come fossi davanti a un leone per la prima volta; ma soprattutto, ho paura di perdere la strada come è già successo molte volte, di abbandonare la postazione. Questa volta non voglio che accada.

Questo non è un diario e non voglio parlarvi per forza delle mie esperienze personali, piuttosto prendere spunto, ispirarmi, trarne delle suggestioni e coinvolgere nel racconto chi può donarci un po’ del suo tempo; a questo proposito spero di ospitare con frequenza e costanza alcune persone che possano raccontarci uno scorcio di vita visto dal loro punto di vista, è un’esperienza nuova per me e spero di esserne all’altezza. 1965031_747179875306870_1591213915_n


Dalla parrucchiera… Una volta ogni sei mesi

Donne, riuscite a contare le volte che avete cambiato negozio di parrucchiere nella vostra vita? Io no. So solo che a volte ho avuto delle vere folgorazioni pensando di aver trovato quella della mia vita, ma poi ho cambiato casa, e altre volte ho preso delle cantonate pazzesche essendo stata malamente tosata.

FB_IMG_1426956386824

Probabilmente, nel 1997 ho perso l’affetto del mio ragazzo di allora dopo essermi affidata alla forbice di un novellino entusiasta con il risultato di trasformare la mia chioma riccia e lunga in un taglio corto e liscio.

A quarant’anni suonati e cantati so perfettamente come devono stare i miei capelli: sempre nello stesso modo da vent’anni.

FB_IMG_1426956229831

Il fatto è che sono dalla parrucchiera proprio in questo momento e siamo circa un centinaio ad avere appuntamento tutte alla stessa ora… Sai quando entri, ma non sai quando esci. Nel frattempo leggi, chiacchieri, leggi, giochi con lo smartphone, ti abbiocchi un po’, guardi speranzosa le postazioni occupate.

Ma soprattutto fantastichi, immagini una te stessa mora, bionda, rossa, dal taglio chic che a seconda delle occasioni sarà magicamente lungo liscio fluente riccio selvaggio elegante corto ordinato e, fondamentalmente, immobile e immoto e impeccabile a qualsiasi ora. Certo, come no.

FB_IMG_1426956214805

So che non è sempre così, so che i capelli si ingrigiscono fino a diventare bianchi, so che li perdiamo, che ne perdiamo troppi, a volte per sempre, anche se gli uomini pensano di essere gli unici detentori di coraggiose pelate e nessuno più di noi può comprendere il mitico Sansone.

La percezione che hanno gli altri della nostra persona può viziare la visione che abbiamo di noi stesse, come quando la mia insegnante di matematica al liceo mi accoglieva con un “Semitaio, ma non ti pettini?”, mentre quella di latino e greco vedeva i miei capelli come vibrisse che sondavano il mondo attorno a me: interpretazione affascinante; in realtà non mi pettinavo con il pettine e basta.

Ma avevo quindici anni.

Adesso che ne ho quaranta e sto aspettando già da un’ora e mezza il mio turno di tosatura, direi che è arrivato il momento di leggermi quel fantastico articolo su Rocco Siffredi all’Isola e smetterla di fare la cliente snob con lo smartphone sempre in mano. 😉

20150321_183208


Partigiani dell'ambiente

Un atto d'amore per la Puglia

progetto Frutti degli Iblei

L'agricoltura biologica e sociale nel cuore della Sicilia sud-orientale

Quaderno di arabo

دفتر daftar

albaretna

Il Bar, riunirsi, stare insieme o da soli, scambiare o ascoltare racconti, fatti, idee, informazioni, mentre si sorseggia un caffé o un drink

Giovanni Pistolato

Blog letterario